Fuga Infetta

 

Siete schiavi da una vita,
e poi scappate da un allarme.
Gente che non vive,
inerme, schiava, zitta, muta, a testa bassa.

 

Fai tutto quello che ti dicono.
Tutti in fila come capre.

 

Poi una volta cambiano gli schemi.
E tu travolto da una paura irrazionale,
fuggi da te stesso, alla ricerca di un senso.
In una vita, che hai già buttato.

 

Pensi di avere il libero arbitrio,
ma non sei libero neanche di scegliere cosa fare il sabato sera.

 

Scappi dagli altri, scappi da te stesso.
Non sei libero,
sei solo schiavo della tua stessa trasparenza.

 

Oggi sei in fuga da te,
Domani sarai alla ricerca di un perché.
Un perché trasparente come la tua paura irrazionale.